Individualizzare per includere senza uniformare

Il liceo tende a Garantire il diritto all’istruzione e i necessari supporti a tutti gli alunni

Al fine di favorire il successo formativo e superare gli ostacoli nell’apprendimento, agevolando la piena integrazione sociale e culturale. A tale scopo si provvede a:

  • Ridurre i disagi formativi ed emozionali;
  • Assicurare una formazione adeguata e lo sviluppo del e potenzialità;
  • Adottare forme di verifica e di valutazione adeguate;
  • Sensibilizzare e preparare docenti e genitori nei confronti delle problematiche

E’ prevista la stesura di Piani Didattici Personalizzati (PDP) per studenti con bisogni educativi speciali (BES), con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) e Neo Arrivati in Italia, Piani Formativi Personalizzati (PFP), per gli alunni che praticano attività sportiva a livello agonistico, e Piani Educativi Individualizzati (PEI), per gli alunni con diversabilità, affiancati da docenti di sostegno.

Sempre al fine di favorire il successo formativo vengono attivate diverse forme di intervento mirate o permanenti come:

  • attività per il potenziamento linguistico degli alunni non italofoni;
  • istruzione domiciliare per garantire il diritto all’apprendimento degli studenti con gravi patologie o impediti a frequentare la scuola per un periodo di almeno 30 continuativi;
  • attività di recupero
    • in itinere, rivolto all’intera classe, ovvero momenti delle attività mattutine in cui il programma viene fermato per riaffrontare argomenti che hanno creato difficoltà alla classe;
    • in itinere rivolto ai singoli o a piccoli gruppi, a cui possono venire dedicati momenti particolari dell’orario curricolare di lezione e/o assegnati per casa, lavori di rinforzo;
    • periodo di recupero nella seconda metà del mese di gennaio: sospensione dell’ introduzione di nuovi argomenti e riorganizzazione della classe in modo che gli studenti che siano insufficienti in una o più materie seguano moduli di recupero appositamente
    • corsi di recupero disciplinari (ovvero organizzati per ciascuna materia) pomeridiani per classi o per gruppi omogenei, attivati e tenuti di norma dall’insegnante della classe;
    • sportello help tra pari in cui gli alunni del triennio, previa apposita formazione nell’ambito del PCTO, possono seguire nello studio i compagni delle prime e delle
  • interventi di promozione del benessere, con la possibilità di avvalersi del servizio dello sportello di una psicologa e consulente ATS riceve gli studenti che desiderino essere ascoltati, supportati o orientati in un’ aula dedicata. La finalità è quella di contrastare il malessere adolescenziale, aiutare gli studenti ad affrontare le difficoltà in cui si possono imbattere, offrendo uno spazio di ascolto dove ognuno possa sentirsi libero di esprimere le proprie emozioni profonde.

Pubblicata il 16-01-2022