Da dove veniamo: la storia

Il Liceo “Piero Bottoni” nasce nel 1969 come “VIII Liceo Scientifico”, con classi divise nelle due sedi adiacenti di Via Alfieri (triennio) e di Via Cagnola (biennio). Nel 1973 da esso si stacca il “X Liceo Scientifico” (attuale Liceo Scientifico “Severi”), che va ad occupare la sede di Via Cagnola.

Già dagli anni Settanta l’Istituto si distingue per ricchezza di proposte didattiche e culturali: sperimenta i corsi di recupero in sostituzione degli esami di riparazione, istituisce un laboratorio linguistico attrezzato (iniziativa innovativa per quegli anni), organizza seminari tematici di approfondimento culturale.

Dal 1985 il Liceo è dedicato a Piero Bottoni, architetto, urbanista e docente di Urbanistica alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano negli anni del secondo dopoguerra: suo il progetto del quartiere QT8 a Milano.

Nel 1986 l’insufficiente capienza dell’edificio di Via Alfieri rende improcrastinabile il progressivo trasferimento, concluso nel 1991, nell’attuale sede di Via Mac Mahon, 96.

Il liceo negli anni ha introdotto una serie di sperimentazioni, indice della vivacità, non solo dei tempi, ma anche delle professionalità presenti nella scuola.

La sperimentazione di matematica-fisica + informatica inizia nell’anno scolastico 1989/90. Nel 1996/97 vengono introdotte sezioni di bilinguismo. Dal 1999-2000 viene attivato il “progetto Brocca”. Nel 2003 viene introdotta una sperimentazione di Scienze. Tutte queste iniziative innovative vanno a concludersi negli anni della Riforma Gelmini che ha uniformato i piani di studio dei Licei.

Ad oggi il liceo si caratterizza come “Liceo scientifico d’ordinamento” o “tradizionale”, senza altri indirizzi per avere una solida struttura omogenea che viene arricchita tramite una ricca attività progettuale.

Pubblicata il 15-01-2022